Code e strascichi davanti alle procure.

11 agosto 2009

Roma. Sì è saputo in questi giorni che, a partire dall’otto agosto scorso, davanti alle procure di tutta Italia vi sono clandestini pentiti in fila per pagare la multa (dai 5.000 ai 10.000 euro). Finalmente una legge che aiuta il bilancio dello stato (comatoso). Questa legge ha fatto ridere i polli e farà ridere tutto il mondo. Presto anche essere disoccupati sarà considerato un reato, punito con cifre che superano i 50.000 euro. Invece pare che sulla legge che punisce i frequentatori di prostitute Berlusconi ci stia ripensando. I tecnici del ministero dell’Ingiustizia stanno valutando la possibilità di presentare una legge che punisca i clienti delle prostitute e non quelli delle escort (la Ford è d’accordo).

Annunci