Quagliariello

15 novembre 2013

PDL: le colombe come Quagliariello non quagliano!

Annunci

Il partito degli onesti

8 dicembre 2012

Silvio sarà anche penoso, bugiardo e incoerente, ma almeno non ha il coraggio di dire che il suo è il partito degli onesti.  Il partito è lui, anzi è lui che è partito!


Oroscopo di agosto

29 luglio 2012

In questo mese i nati sotto il segno della nutria partecipano alle gare di motoaratura nelle feste di paese, ma fuori concorso.
Ferie; Berlusconi, libero da impegni di governo, molesta la governante e gioca coi nipotini: a monopoli e, cosa che lo diverte moltissimo, a dichiara/smentisci, un gioco che ha inventato lui.
Formigoni, beato e angelico, prende in prestito l’elicottero e va (finalmente) a farsi benedire. Sorretto dalla fede e da Fede
Ha già le valigie pronte, che purtroppo sono le nostre, tanto non ci servono più perchè non abbiamo un centesimo.

Proverbio del mese; agosto, Berlusconi sempre più losco.


Lettera aperta al presidente del consiglio

30 gennaio 2011

Pregiatissimo onorevole Presidente del Consiglio, con la presente desidero ricordare a Lei e spiegare ai suoi Elettori come funziona la democrazia.  Premesso che noi non abbiamo bisogno del suo Consiglio, perché sappiamo sbagliare da soli.

Vede, Lei ci spiega che Nicole MInetti è laureata col massimo, è seria ed é la madre di tutte le lingue, noi Le crediamo.  E’ anche, io lo penso,  una persona intelligente, tant’è che dice di Lei (al telefono) quello che pensiamo in molti.  PERO’.  Il problema è un altro: la signora siede alla destra di Formigoni non perché eletta dal popolo ma perché ce l’ha messa la Signoria Vostra.  Ecco qui sta il problema,  se un consigliere regionale o un onorevole sono tali perché li ha messi Lei (o di Pietro, o Bossi, e via elencando) non sono più “delegati dal popolo” e quindi non lo rappresentano legittimamente.  Questi non sono eletti, stanno lì perché hanno avuto la “nominescion”.  Certo Lei ha ragione (visto come gli elettori rispondono ai suoi appelli!) a dire che “l’elettore medio ha la mentalità di un ragazzo di quattordici anni e neppure tanto sveglio”,  ma se mettiamo insieme tutto questo dobbiamo avere il coraggio di dire che la democrazia ci va stretta.  Allora lo dica chiaramente che Le va stretta.  Consideri che il sottoscritto quando sente che si abolisce l’ICI, automaticamente, pensa; oddio allora i quattrini (“quei” quattrini) dove me li sfileranno?    Perché è così che funziona, la macchina statale (compresa la “macchina” blu che viene usata per trasportare le sue conviviali) costa, i nominati che siedono in parlamento costano (per l’esattezza troppo) e trovo piuttosto strano che gli elettori pensino che davvero la pubblica amministrazione e la politica possano “vivere d’aria”.  Infine le chiederei un giudizio su una frase che ho sentito: “da noi non può succedere quello che succede in Egitto o in Tunisia, chi ci va in piazza da noi che siamo un paese di vecchi?”