C’era una volta ma c’è ancora.

6 Mag 2010

C’era una volta ma purtroppo c’è ancora, uno della cricca, un uomo bianco che lavora nell’ombra e quindi è bianchissimo. La storia racconta che un giorno prese 80 assegni, che erano coperti e coi quali fece una coperta, poi tirava una brutta aria e fu il vento a portare la coperta ad un piccolissimo stragnomo che viveva sul Mar delle Dimissioni presso la corte reale, da tanti anni, era abituato a coprirsi d’infamia e non gli pareva vero di potersi coprire con assegni coperti e firmati; era la sua nuova casa. Ma un giorno cambiò il vento e vorticando vorticando trasportò la coperta in faccia ad un poliziotto, che la raccolse senza voler giudicare e la mandò a un giudice che giudicasse. Ancora la storia non è finita e i sudditi di questo paese forse non sapranno mai se sarà a lieto fine, ma ora ridono perché lo stragnomo è nudo e forse presto anche il re lo sarà.

Annunci

Marrazzo

27 ottobre 2009

Con che fa rima Marrazzo??
E che fa adesso, s’attacca al trans?


3 ministri 3

31 agosto 2008

Spiace dovere scrivere cose che non fanno ridere, ma tocca qualche volta…

Ecco, sarei curioso di sapere se è solo una mia impressione, ma pare che i media italiani si siano dimenticati dire sui due ultimi governi del berlusca;

1) il ministro Tremonti fu costretto a dimettersi (pare che Fini si fosse stufato della “finanza creativa”)

2) il ministro Scajola fu costretto a dimettersi (parlando del fu Marco Biagi ha detto ai giornalisti che era un “rompicoglioni”

3) Il ministro Calderoli fu costretto a dimettersi (aveva armeggiato con una maglietta che insultava l’islam)

R I E C C O L I !

(poi dicono che gli errori si pagano, ora provate a ridere..)

vecchia conoscenza, o sbaglio

vecchia conoscenza, o sbaglio?