Oroscopo di luglio

26 giugno 2011

Luglio per i nati sotto il segno della nutria è un mese secco, e se piove è una seccatura.

C’è un sol leone a luglio, lo dicono tutti, prima c’erano tanti leoni e adesso sol uno.  Quindi sembrerebbe che i leoni siano in via di estinzione. Il leone è una fiera ed è fiero di essere una fiera, la leonessa è fiera di essere una fiera..

Qualcuno fa le valige per le ferie e qualcuno fa le valige per quelli che vanno in ferie e non ha ferie. Poi c’è chi non fa valige e chi non ha valige. E c’è chi, per avere le valige, va a svaligiare…

Proverbio; ogni mattina in Africa il leone si sveglia e comincia a correre dietro alla gazzella (mai che gli venga voglia di una capra, un cammello, un bue, e chi sà mai il perchè.  Se poi becca la gazzella dei carabinieri non mangia un cactus).  Ogni mattina la gazzella si sveglia e inizia a correre per non farsi prendere dal leone. Ma ogni mattina in africa c’è chi non si sveglia per nulla!

Proverbio 2; ogni mattina in Italia (magari ad Africo) c’è un commesso viaggiatore che si sveglia e comincia a proporre la sua merce, e ogni mattina in Italia c’è una signora che si sveglia presto e inizia ad andare per negozi prima che siano esaurite le merci scontate.  Forse si sta meglio in africa..


Toro seduto.

5 dicembre 2010

Forse era solo un bue, ma toro seduto era seduto (o sedato o sudato) su una montagna di debiti, aveva prosciugato i suoi conti e i suoi canali satellitari pieni di pesci che venivano a galla e cercavano di moltiplicasri da soli, mica come i pani.  E non si vive di solo pane, per questo egli pensò di andare dal macellaio a farsi dare della carne, poi disse, senza saper ne leggere ne scrivere “troppa grazia” e il macellaio sotto il peso di quella che non era ne carne ne pesce, inciampò e cadde sotto il peso della responsabilità, così i suoi sogni si infransero insieme a lui stesso.  In quel mentre il poeta in su la via,  assai poco ispirato invidiò la gallina che ripeteva il suo verso, e non il suo di lui ma il suo di lei.